Editoriale

editorialeL’estate è arrivata.
E si porta appresso una valigia piena di voglia di vivere, di divertimento, di sogni e di relax.
È arrivata e noi dobbiamo essere pronti ad accoglierla.
Quale modo migliore, quindi, se non quello di pensare a cose nuove da vivere e conoscere, per darle un degno benvenuto?
E così, in questo numero, troverete castelli da visitare per catapultarvi in un mondo di favola, secchiate di acqua fresca da tirarsi addosso e tornare un po’ bambini nella “chiena” di Campagna, Festival di teatro e musica poichè anche l’anima vuole la sua parte, e poi Ischia, l’isola verde piena di profumi e scorci meravigliosi, la Dieta mediterranea e il suo Museo a Pioppi perché si sa che il buon cibo è sempre sinonimo di cibo buono, l’architettura di posti all’avanguardia come la Stazione Marittima di Salerno, le piccole tartarughe che scelgono le coste campane per riprodursi e continuare la loro vita di viaggi tra sabbia e mare, e infine il babà, da fare a casa, e poi servire sulla terrazza che dà sul tramonto, accompagnato da un limoncello gelato sistemato nei bicchierini piccoli, quelli opachi che sembrano di ghiaccio.

Questo e altro ancora su GoodTime dell’estate, per continuare il vostro viaggio di scoperta assieme a noi, in una regione che mai finirà di stupirci.

Buone vacanze.


Editorial
Summer has come. And with a baggage. It’s a baggage full of lust for life, of fun, of dreams and plenty of rest. It’s here and we’ve got to embrace it. And there’s no better way to embrace summer than by experiencing and living and meeting. That’s why in this issue you’ll step into castles right out of a fairy tale, you’ll throw buckets of icy water at the Chiena festival in Campagna, and you’ll play like kids do. You’ll visit music and theatre festivals, because the soul claims its fair share and then there’s Ischia, the green island, with her scents and her sights, the Mediterranean diet and its Museum in Pioppi because tasty food is also good food, the architecture of avant-garde buildings, like the Maritime Terminal in Salerno, the tiny turtles that have chosen the coast of Campania as the perfect to give birth and then continue with their lives of sand and sea, and, finally, the babà, that you can bake at home and then serve on the terrace by sunset, together with some iced limoncello poured in tiny matte glasses looking just like ice cubes. You’ll find this and much more in GoodTime summer issue so we’ll keep on traveling and discovering together a region of infinite surprises.

Happy holidays.


Sono Elena Emanuela Ferraro, e sono il direttore editoriale di Good Time. Ho appoggiato e coltivato il sogno di una rivista freepress che descrivesse i luoghi della mia Campania e conducesse il lettore in una scoperta per i sensi, tutti, gusto incluso, come mai era stato fatto prima. Quando mi è stato chiesto di curarne il lancio e deciderne la linea, non ho esitato a rispondere sì. L’idea di poter dare vita a un prodotto che sarebbe divenuto vetrina di eccellenze, in maniera gratuita ma con la medesima cura dei mensili ricercati e di respiro nazionale, mi ha colpita subito. Amo moltissimo la mia terra. E mi riservo sempre del tempo per scoprirla e riscoprirla, perché non basterebbe una vita intera per conoscere questa regione piena di magia, e perché ogni volta cambia, come noi, cresce e muta negli anni acquisendo maturità e fascino. Panorami mozzafiato, mare pulito, coste dai profumi che inebriano, piccoli borghi cristallizzati nel tempo, musei, chiese, racconti di un passato mai troppo lontano, pietanze della tradizione e prodotti enogastronomici che ci hanno portato nel mondo con orgoglio. Ecco, orgoglio. Io sono orgogliosa di essere nata qui, in questi luoghi di rustica bellezza e dalle mille verità che vanno raccontate. E spero vivamente di riuscire, assieme alla mia redazione di giovani esperti ed appassionati viaggiatori, a portarvi con me, in questa terra che merita di essere conosciuta, vissuta e apprezzata.

Buon viaggio.

 


An editorial is a way to tell about the content of a magazine, but also a mean to introduce and present oneself.
An editorial explains the whys, and the how and the what of a magazine to those flipping through it pages for the first time and to those who do it as an habitude.
An editorial, yet, this very editorial, is also a way to tell you who I am and what you will find in this space of stories and history, of journeys and places, of natural beauty and human expertise.

I am Elena Emanuela Ferraro, and I am the editor of Good Time.
I supported and nurtured the dream of a free press magazine, describing the places of my own Campania and leading the readers into a discovery for all the senses, all of them, taste included, as never before.
When I’ve been asked to prepare the launch and decide the line, I didn’t hesitate to accept.
The idea of bringing to life a product that would be the display window of many excellences, for free, and yet with the same care used for the sophisticated, national monthly magazines, immediately appealed to me
. I greatly love my country.
And I make sure I always have time to discover and re discover it, once and again, because just one lifetime won’t be enough to know this region, so full of magic, and because every time it changes, like we do, it grows and changes along the years, gaining maturity and charm.
Breath-taking views, clean sea, coasts with inebriating perfumes, tiny villages where time has stopped, museums, churches, tales of a past that’s never too far away, traditional dishes and wine and food products which took us proudly around the world. That’s the word, proud.
I am proud to be born here, in these places of rustic beauty and of a thousand truths to be told.
And I sincerely hope I can make it, together with my editorial staff of young experts and passionate travellers, to take you all with me, in this land worth knowing, living and appreciated.

Have a nice journey.